Quadro Normativo e Controlli

L’uso dei Biosolidi nel terreno è regolato da norme di settore finalizzate ad escludere  potenziali rischi per la salute e l’ambiente.

I Biosolidi destinati al recupero in agricoltura adeguatamente trattati  subiscono un processo stringente di controlli e certificazioni in ogni fase del processo produttivo, così come vengono eseguite regolarmente anche le analisi del suolo oggetto del loro recupero.

E’ evidente che un serio approccio scientifico all’utilizzo in agricoltura delle biomasse derivanti dalla depurazione delle acque, deve individuare in modo univoco quelle le biomasse idonee all’utilizzo agricolo da quelle non idonee.

A tal riguardo Evergreen Italia si avvale per tutte le verifiche analitiche necessarie della decennale esperienza del laboratorio del gruppo, specializzato in analisi di matrici ambientali.

Le biomasse non idonee seguiranno un altro percorso: incenerimento o avviamento a discarica controllata.

QUADRO NORMATIVO

Direttive europee

  • Direttiva 86/278/CEE (Utilizzazione dei fanghi di depurazione)
  • Direttiva Parlamento Europeo e Consiglio UE 2018/851/UE (Direttiva che modifica la Direttiva 2008/98/CEE relativa ai rifiuti)
  • Direttiva 91/676/CEE relativa alla protezione delle acque dall'inquinamento provocato dai nitrati provenienti da fonti agricole
  • Direttiva Parlamento Europeo e Consiglio UE 2018/850/UE (Direttiva che modifica la Direttiva 1999/31/CEE relativa alle discariche dei rifiuti)
  • Regolamento UE 2019/1009 (Nuovo Regolamento Fertilizzanti, con efficacia dal 16 luglio 2022)

Norme nazionali

  • D. Lgs n. 99 del 27 gennaio 1992 recante “attuazione della Direttiva 86/278/CEE concernente la protezione dell’ambiente, in particolare del suolo, nell’utilizzazione dei fanghi di depurazione in agricoltura”. E’ al vaglio delle istituzioni italiane lo schema di Dlgs che riscrive ed aggiorna la disciplina di gestione delle biomasse derivanti dalla depurazione delle acque
  • D. Lgs n. 152 del 3 aprile 2006 e s.m.i. (Testo unico ambientale - acqua, aria, rifiuti - che reca anche disposizioni in materia di fanghi di depurazione)
  • D. Lgs n. 75 del 29 aprile 2010 e s.m.i. (Riordino della disciplina in materia di fertilizzanti)
  • D.M. 5 febbraio 1998 e s.m.i. (Individuazione dei rifiuti non pericolosi sottoposti alle procedure semplificate di recupero)
  • DL 28 Settembre 2018 n. 109 (Disposizioni urgenti per Genova e le infrastrutture e altre emergenze – Disposizioni urgenti sul trattamento fanghi in agricoltura)
  • Legge 4 ottobre 2019, n. 117 (Delega al Governo per il recepimento delle direttive europee e l'attuazione di altri atti dell'Unione europea - Legge di delegazione europea 2018)

Norme regionali lombarde

  • DGR 5269/2016 – ha regolamentato in modo più puntuale le modalità di distribuzione in campo, per minimizzare le eventuali molestie olfattive.
  • DGR 7076/2017 – disposizioni integrative alla DGR 2031/2014 in materia di parametri e valori limite da considerare per i fanghi idonei all’utilizzo in agricoltura.
  • Decreto Dirigenziale Lombardia n. 6665 del 14 Maggio 2019 - adeguamento delle disposizioni operative regionali alle novità nazionali della disciplina (DL 109/2018 convertito dalla Legge 130/2018)
  • DGR 1777 del 17 Giugno 2019 - Revisione della DGR 2031/2014 relativamente ai fanghi ammissibili in agricoltura